La Fondazione Pellegrini Canevascini

La Fondazione Piero e Marco Pellegrini – Guglielmo Canevascini (FPC), con sede a Bellinzona (Svizzera), è un ente con scopi scientifici e culturali.

La sua attività principale è la salvaguardia, il riordinamento e la valorizzazione di archivi e fondi documentari relativi alla storia del movimento operaio, al mondo del lavoro e più in generale attinenti alla storia sociale della Svizzera italiana.

La FPC non si limita allo studio di organizzazioni politiche e sindacali dei lavoratori ma estende i suoi interessi al tempo libero, alle espressioni culturali e alla scrittura delle classi popolari nella società moderna, all’archeologia industriale, alle migrazioni, ai movimenti in favore dei diritti umani e della democrazia, alle conquiste sociali e al welfare, nonché all’italianità in Svizzera.

Oltre agli archivi cartacei la FPC presta particolare attenzione alle fonti iconografiche e al patrimonio audiovisivo.

 


Archivi e sciopero

La FPC ha inventariato e messo a disposizione del pubblico i seguenti fondi legati agli scioperi:


Bartolomeo Albertanti: un fuoriuscito a Locarno

Nel breve contributo inedito che vi proponiamo, lo storico Renato Simoni illustra il tentativo dello spionaggio italiano di reclutare Bartolomeo Albertanti, di cui ci offre un breve profilo, corredato dalla bella immagine gentilmente messaci a disposizione dalla signora Elda Bomio-Celio.

 

Benito Bernasconi: una vita fra giustizia e politica

A pochi mesi dalla scomparsa di Benito Bernasconi, esponente di rilievo del socialismo ticinese nella seconda metà del Novecento, lo storico Pasquale Genasci ne ricostruisce la vita e l’operato politico, aggiungendo in questo modo un tassello alla storia della sinistra nel Cantone.

Biografia di Benito Bernasconi