Fare storia con le immagini

Sul nostro sito vi proponiamo da gennaio 2016, a scadenza mensile, una nuova rubrica intitolata Fare storia con le immagini. Presenteremo ogni volta una vignetta o un disegno allegorico, pubblicati nel giornale socialista ticinese Libera Stampa – uscito dal 1913 al 1993 – accompagnati da un breve testo di presentazione, per contestualizzare storicamente i temi trattati, ricordare gli eventi o i personaggi caricaturati, caratterizzare il linguaggio iconografico e fornire, se possibile, qualche indicazione sugli autori dei disegni. L’importanza delle vignette umoristiche o allegoriche nella storia della stampa non è certo da dimostrare. Si dice spesso, e non a torto, che una buona vignetta vale un editoriale. Si tratta quindi di un documento significativo anche per illustrare e capire la storia dei movimenti sociali.

Per saperne di più:

  • AA.VV., Sguardi su “Libera Stampa” a cent’anni dalla nascita (1913-2013, Bellinzona, FPC, 2013, 64 p.
  • AA.VV., PS. Socialisti da cent’anni, Lugano – Bellinzona, FPC – Partito socialista, 2000, 153 p.
  • Testimonianze di 70 anni, Lugano, edizioni SCOE, 1986, 155 p.
  • Attilio Brilli, Dalla satira alla caricatura. Storia, tecniche e ideologie della rappresentazione, Bari, Dedalo, 1985, 247 p.

Archivio “Fare la storia con le immagini”

Calendario fotografico

Nel 2015 la Fondazione Pellegrini Canevascini festeggia il 50° anniversario. Per l’occasione è stata organizzata l’esposizione “Immagini al plurale”, volta a valorizzare la collezione fotografica della FPC.

In attesa dell’evento, tra l’estate 2013 e l’estate 2015, abbiamo proposto su questa pagina un’iniziativa denominata “Calendario fotografico”.

In questo calendario, con scadenza mensile, abbiamo presentato una fotografia scattata prima del 1945, appartenente alla nostra collezione fotografica.

Ogni fotografia è accompagnata da una scheda contenente i principali dati tecnici (titolo, autore, data, luogo, dimensione e fondo di provenienza) e da un breve testo di presentazione.

Archivio “Caldendario fotografico”